Bodypainting - art night @ Associazione Culturale Internazionale "Atelier 3+10"  Studio Artistico, Venice [20 maggio]

Bodypainting - art night


125
20
maggio
20:30 - 02:00

 Pagina di evento
Associazione Culturale Internazionale "Atelier 3+10" Studio Artistico
via Cappelletto 20, 30172 Venezia
L' Associazione Culturale Internazionale «Atelier 3+10», è lieta di invitarvi in una serata di Live Bodypainting, dove gli artisti Peeta, Boogie, Or10n e Gaia Lionello, si esibiranno, usando come tele per le loro opere il corpo umano, accompagnati dalla musica di Flexional e Ciuffokid.
____________________________________________________________

20.30 — aperitivo artistico
— esposizione fotografica di Patrizia Turchetti

21.30 — performance bodypainting

____________________________________________________________

Il Body Painting (conosciuto anche come pittura del corpo o dermocromia) è una delle arti del corpo che consiste nel dipingere il corpo umano a scopo ornamentale. Anticamente, la pittura del corpo veniva utilizzata per scopi religiosi, rituali, propiziatori o apotropaici nonché protettive.
____________________________________________________________

Gli artisti:

Peeta
Nato e cresciuto come graffiti writer, si è inizialmente dedicato alla realizzazione di tele e sculture come semplice esercizio stilistico al fine di progettare pezzi su muro. Pian piano però, queste, hanno assunto un ruolo fondamentale, diventando opere in sè concluse. Le sue opere lo han spinto, negli anni, ben oltre i confini italiani e la sua arte, attraverso festival e mostre di risonanza mondiale, é ormai approdata in tutti i continenti. La sua evoluzione si concretizza nella finale elaborazione di uno stile che prende spunto dalla scultura e dal design industriale e giunge ad una personale esecuzione della pittura 3D.

Boogie
Comincia a dipingere come writer nel 1989, la sua ricerca lo porta a viaggiare per il mondo (Los Angeles, New York, Amsterdam, Barcellona, Berlino, Brasile,...), in un confronto continuo con la ricerca pittorica di luoghi degradati quali pareti e muri, che riesce a far rinascere con la sua tecnica dando loro anima e movimento attraverso il colore. Attualmente la sua ricerca é rivolta alla sperimentazione di forme d'arte che portino il suo background di writer a confrontarsi con un linguaggio estetico più ampio, rivolto a un pubblico trasversale, in cui far rivivere la mutevolezza e la necessità del continuo cambiamento che l'artista stesso prova.

Or10n
Fin dall’inizio della sua carriera (primi anni novanta) la ricerca di Orion vuole essere basata prevalentemente sullo studio della lettera alfabetica. Lo stile è originale, il principio su cui si basa il suo lavoro è quello del taglio dei piani riuscendo a conferire alla semplice lettera alfabetica movimento e profondità. Nel corso degli anni le particolarità, le evoluzioni dei caratteri e l’elaborazione dello stile si sono velocemente sviluppati andando a caratterizzare e contraddistinguere il suo operato. Sicuramente si può dire che Or10n sia stato positivamente influenzato dalle esperienze che ha fatto, non solo dai molteplici Festival di Graffiti ai quali ha partecipato in tutta Europa, ma anche dai vari viaggi che l’hanno portato a toccare vari paesi dell’America Latina dai quali attinge le colorazioni vivaci e gli accostamenti cromatici e complementari che caratterizzano le sue opere. Oggi avendo maggior conoscenza delle proprie capacità lo stile riporta un ulteriore mutamento l’intento è quello di incastrare stick geometrici cercando di creare forme che possano essere confrontabili con l’architettura.

Gaia Lionello
La realizzazione è istintiva, legata a un uso informale della pittura, e il mordente da legno, medium non usuale, è capace di dissolversi nel contrasto con i trasferibili. Dallo scontro di questi due elementi nasce un’atmosfera carica di contrasti, esattamente come le mutevoli atmosfere della natura.
Su ampie tavole in legno o su piccole tele spiccano, solitari, alberi neri dai profili indefiniti. Rievocano un ambiente alpino, senza riproporne in modo esplicito altri elementi. Sono alberi di un bosco che non c’è più. Emergono isolati dalla memoria di un paesaggio, resistono pazienti all’azione aggressiva del tempo e dell’uomo, che li strappa al loro contesto naturale.

Turchetti Patrizia
Nasce nel 1965 a Udine, da sempre a contatto con le persone, si interessa molto presto a tutto cio' che riguarda il mondo artistico e che da un forte stimolo alla sua personalita'.
Trasferita a Mestre all'eta' di 30 anni, trova subito spazio in questa citta' creando eventi e coltivando la sua passione per Arte.
____________________________________________________________

Tesseramento associativo (Associazione Culturale Internazionale Atelier3+10): 5 euro

per info:

[email protected]
3385291196
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Venezia :

Festival dei Matti 2017
Venezia, Italia
Leggende e fantasmi di Venezia +Tour dei Bàcari
Venezia, Veneto, Italy
Damien Hirst a Venezia - Visita guidata alla mostra
Storie di Venezia
Bacaro Tour a Venezia per psicopatici
Venezia, Veneto, Italy
An evening with Yann Tiersen - solo in concert
Teatro La Fenice
Anderson .Paak / Tendenze
Teatro Romano Verona
Dj Gruff
Ai biliardi
Aperitivo fotografico. David LaChapelle. Lost+Found
Casa dei Tre Oci
Casinò di Venezia / Giovedì sotto le Stelle / Opening 25 Maggio
Giovedì sotto le Stelle - Ca' Vendramin Calergi
Venezia sotterranea + Leggende e fantasmi di Venezia
Venezia, Veneto, Italy